Agatif | agatif
AGATIF propone lo scambio di esperienze professionali, anche nel quadro del diritto comunitario, la comparazione del diritto amministrativo e del diritto processuale amministrativo nei Paesi europei.
Agatif, giudici amministrativi italiani, tar lombardia, tar lazio, diritto amministrativo, avvocati amministrativi italiani, giudici amministrativi francesi, giudici amministrativi tedeschi, giurisprudenza, convegni diritto amministrativo
168
archive,tag,tag-agatif,tag-168,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

agatif Tag

speyer

Appuntamento a Speyer 28-30 settembre 2017

Vereinigung ltalienischer und Franzosicher Verwaltungsrichter und Verwaltungsrichterinnen
Associazione dei Giudici amministrativi tedeschi, italiani e francesi
Association des Juges administratifs allemands, italiens et français

Milano, 17 luglio 2017
Cari Colleghi e Sigg.ri Avvocati,
Vi giro la lettera d’invito al Convegno di Speyer 2017 pervenuta dal collega Andreas Middeke.

Cari colleghi, cari amici e care amiche,

Le impressioni del nostro ultimo incontro in Calabria a fine maggio 2017 – la Magna Grecia, i pittoreschi paesini del sud Italia e il cibo meraviglioso – sono ancora forti nella nostra memoria. Vorrei ora, prima di partire per le meritate vacanze estive, richiamare la vostra attenzione sul prossimo incontro tedesco che si terrà dal 28 al 30 settembre 2017 a Speyer, al quale vi invito a nome di tutto il Consiglio Direttivo della nostra Associazione VERDIF AGATIF AJAFIA.

Il tema di questo evento è:
Le controversie tra persone giuridiche di diritto pubblico davanti al giudice amministrativo
READ MORE

le_castella_2

Catanzaro – 25 maggio / 28 maggio 2017

Gentili Professori e Avvocati, cari Colleghi,
allo splendido convegno svoltosi a Parigi, organizzato dal caro amico Patrick Kintz e che ha avuto luogo nella fastosa aula del Conseil d’Etat con l’assai gradita partecipazione del suo Vice Presidente Jean-Marc Sauvé, fa ora seguito il nuovo incontro che la Sezione italiana ha fissato a Catanzaro -presso Squillace Lido-, ritornando dunque, dopo quelli di Lecce e di Palermo, nel Sud dell’Italia.
Il tema concordato per questa occasione è «L’applicazione del principio per cui chi inquina paga in Italia, Francia e Germania» e ha per oggetto l’individuazione, non sempre agevole, della responsabilità di quanti abbiano danneggiato l’ambiente.
Sarà, pertanto, di elevato interesse il confronto fra le giurisprudenze delle tre Nazioni per come maturate in questi ultimi anni, specialmente sul fondamento di tale principio che dovrebbe governare uniformemente i tre Paesi.
La decisione di tenere il Convegno a Catanzaro–Squillace Lido non ha avuto una facile attuazione, essendo necessaria una sede del convegno dotata di una sala attrezzata e capace di ospitare tutti i partecipanti nonché agevolmente accessibile. Infatti, la scelta che inizialmente non presentava soverchie difficoltà, è, invece, divenuta difficile e «la crisi» è stata superata specialmente per il generoso aiuto che il Presidente del Tribunale Amministrativo per la Calabria (dott. Vincenzo Salamone) ci ha accordato, permettendoci, infine, di tener fede alla data fissata.
La scelta effettuata consiste in un albergo capace di ospitare tutti i convegnisti e dotato di una sala altrettanto ampia per i lavori. La sua apertura stabilita dal gestore per il 27 maggio costituiva peraltro un ostacolo insuperabile che non permetteva altra soluzione se non quella di prorogare il convegno al mese di giugno, ma viene ora eccezionalmente anticipata al 25 Maggio. Ne consegue che i Colleghi tedeschi, già venuti a conoscenza della data (25-28 maggio), sono ora certi di poter partecipare al nostro incontro.
Passando ora al profilo organizzativo sarà data a tutti i partecipanti ogni necessaria informazione sui trasferimenti dall’aeroporto all’hotel e viceversa; si può in ogni caso anticipare che presso l’aereoporto è possibile noleggiare automobili: per ogni altro mezzo l’Avv. Spadea resta disponibile per dare ogni occorrente suggerimento. […]
Con i più cordiali saluti a tutti.
Angelo De Zotti